CRESPELLE SPECK, FONTINA E RADICCHIO

In occasione dell’edizione del COCORADICCHIO 2015 mi è stata proposta una collaborazione con http://www.mangiaebevi.it/crespelle-speck-fontina-radicchio/ e ho deciso di preparare questa ricetta, che esalta il sapore amaro del prodotto ortofrutticolo, il radicchio.

CR_copertina_sitoCRESPELLE SPECK, FONTINA E RADICCHIO.

Per le crepes (più o meno ne vengono 10):

  • 250 ml di latte

  • 200 gr di farina

  • 1 uovo

  • burro qb

Per la farcitura:

  • 200 gr di radicchio

  • 100 gr di fontina

  • 100 gr di speck

  • 200 ml di panna
  • sale, pepe e parmigiano grattugiato qb.

PROCEDIMENTO:

1) Come primo step preparare le crepes, amalgamando latte, farina e l’uovo. Mescolare fino ad ottenere un impasto liscio e denso.

20150116_1717082) Imburrare una padella e creare le crespelle. Quando iniziano ad opacizzarsi è ora di girarle, aiutandoti con una paletta da cucina oppure facendola saltare, in alternativa si può appoggiare a un coperchio e farla scivolare nuovamente sul fuoco.

20150116_173603

3) Quando sono pronte sistemarle su un piatto e preparare la farcitura.
20150116_1916504) Lavare, pulire e tagliare il radicchio.

20150116_191111 20150116_1913135) Metterlo in una pentola a stufare con un goccio d’olio e poca acqua. Aggiungere anche un pizzico di sale, pepe e una spolverata di parmigiano grattugiato.

20150116_1914216) Tagliare la fontina e lo speck a listarelle.

20150116_1924317) Farcire le crespelle.

20150116_1928548) Imburrare una teglia e porgere le crepes all’interno.

20150116_193324

9) Decorare, cospargere di panna, latte, fontina e parmigino.

20150116_193820  20150116_193826

10) Cuocere a 180° per 10 minuti con forno grill.

20150116_200123 20150116_200024

11) Gustare

20150116_200421UN PO’ DI STORIA:

Fondato nel 1976, il gruppo Cocofungo nasce da un’idea di Beppe Maffioli, uomo di grande cultura e infinito cuore, portabandiera della cultura gastronomica trevigiana e non solo assieme all’amico giornalista, appassionato “scienziato” della tavola, Fernando Raris.

L’intento dei fondatori di Cocofungo, simpatico gioco di parole tra il nome del fungo ovulo, detto Coco, e la contrazione della parola Cuoco, era quello di nobilitare il fungo, prodotto basilare per la cucina delle Prealpi Trevigiane, ponendolo al centro di una serie di serate organizzate nei ristoranti del gruppo Cocofungo.

Grazie all’entusiasmo del ristretto gruppo di amici ristoratori che hanno creduto in questa iniziativa, l’avventura è divenuta il manifesto della grande gastronomia della Marca Trevigiana. Cocofungo ha anticipato le tante rassegne gastronomiche a tema che si sono diffuse in tutta Italia, costituendo un vero e proprio primato nel panorama del turismo enogastronomico.

La rassegna si è imposta all’attenzione del pubblico nazionale e grazie ad una precisa e costante attenzione alla qualità e a una capacità di rinnovamento che ha stupito anche i palati più attenti e raffinati: una vera e propria tradizione in continua evoluzione, un appuntamento con il gusto che segnala sempre un maggior numero di adesioni anche da Oltralpe.

Il gruppo Cocofungo è costituito dai seguenti ristoranti: Barbesin, Celeste, Gigetto, Miron e Ristorante Sansovino Castelbrando da Palazzi, dal 2008 si è aggiunta l’Osteria Der Katzlmacher di Monaco di Baviera, impegnata nel promuovere la cucina italiana in Baviera. Novità dell’edizione 2014 l’ingresso nel gruppo del Ristorante Marcandole di Salgareda (TV).

FONTE: cocofungoradicchio.it

Annunci

14 pensieri su “CRESPELLE SPECK, FONTINA E RADICCHIO

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...